Dieci domande sul Verismo.

Dieci domande sul Verismo
Dieci domande sul Verismo, verismo, realismo, naturalismo, domande sul verismo, domande letteratura italiana, la letteratura, letteratura italiana,

di Sergio Mauri

  1. Durante il periodo della Belle Epoque qual è la nuova condizione degli intellettuali?

L’intellettuale durante la Belle Epoque perde l’aureola, cioè viene spodestato dal suo ruolo di “guida” e “coscienza critica” della società. Questo perché la massificazione e mercificazione dei rapporti sociali rendono l’intellettuale un semplice impiegato della cultura.

2. Quali sono i movimenti e i generi letterari di fine Ottocento?

            Essi sono: Realismo, Naturalismo, Verismo. Romanzo e novella ne sono l’espressione.

3. Definizione di Decadentismo.

Il Decadentismo è un qualche cosa di più vasto che un movimento letterario e va a toccare  aspetti culturali e filosofici della storia europea. Si caratterizza per il rifiuto del metodo razionale, per l’individualismo dell’artista, per il lato profondo e oscuro dell’io, per   l’estetismo e l’aggancio con il simbolismo.

4. Perché i poeti maledetti sono importanti?

            Perché rappresentano una critica alla società dell’epoca e al suo conformismo, anche e    soprattutto per mezzo di atteggiamenti scandalosi o provocatori. I rappresentanti più  importanti dei poeti maledetti sono: Baudelaire, Verlaine, Rimbaud, Mallarmé.

5. Realismo francese – romanzo.

            Il realismo francese deriva dal movimento filosofico-culturale del positivismo, ha un      carattere di romanzo antiborghese, descrive gli ambienti borghesi, applica la tecnica   dell’impersonalità (oggettività e distacco dell’autore). Romanzo: Madame Bovary.

6. Naturalismo francese – romanzo.

            Il Naturalismo francese adotta le stesse tecniche del Realismo, ma scrive di ceti popolari,             soprattutto operai. I maggiori rappresentanti sono i fratelli Goncourt ed Emile Zola. Il     romanzo fondamentale del Naturalismo è l’Ammazzatoio di Emile Zola.

7. Verismo: a) dove e come nasce (più i principali esponenti)

                             b) principi mutuati dal Naturalismo

                             c) caratteristiche principali

            a)Il Verismo nasce in Italia, in particolare in Sicilia, dopo la recensione de l’Ammazzatoio ad     opera di Luigi Capuana. I principali esponenti sono: Capuana, De Roberto e Verga.

            b)Il Verismo italiano prende dal Naturalismo la tecnica dell’impersonalità, ma parla di    contadini e non di operai.

            c)Tuttavia, mentre non c’è alcun intento moralista nel Verismo, nel Naturalismo – per opera       di Zola – c’è. Altre caratteristiche: regionalismo; analizzano e descrivono realtà sociali di            una certa regione italiana, quindi diverse dalle altre; pessimismo; esprimono una concezione          pessimista della vita e del destino del popolo; linguaggio; adottano la lingua nazionale, ma   nella struttura delle frasi e nell’uso di alcuni termini adottano i dialetti regionali.

8. Verga: a) periodo fiorentino – romanzo

            b)periodo milanese – opere.

            a)Il romanzo del periodo fiorentino è Storia di una capinera (1871)

            b)nel periodo milanese abbiamo le novelle Nedda e Rosso Malpelo e il Ciclo dei vinti.

9. Confronto fra Nedda e Rosso Malpelo.

a)la sintesi della storia + caratteristiche

b)applicazione del Verismo

            Nedda è novella preverista imbevuta di romanticismo e riflessione sociale; Rosso Malpelo è      novella verista.

            a)Nedda è una raccoglitrice di olive, deve sposare Janu che però muore cadendo da un    albero, poiché indebolito dalla malaria. Nedda rimane incinta di Janu e viene isolata da tutti,      considerata madre snaturata perché non abbandona la figlia nella ruota dell’orfanotrofio. La      bambina che darà alla luce morirà di stenti. Rosso Malpelo parla di un minatore dai capelli        rossi. Rosso Malpelo muore durante la ricerca di una nuova cavità in miniera. I colleghi   temono di trovare il fantasma del ragazzo. Nedda è preverista, Rosso Malpelo è verista.

            b)il Verismo si applica al contesto sociale esistente per mezzo della descrizione della vita di       ogni classe sociale. Dal punto di vista tecnico applica l’impersonalità nella narrazione.

10. Ciclo dei vinti: significato + romanzi (5)

Scritti nel periodo milanese:

  • Romanzo: I Malavoglia (completato nel 1881)
  • Romanzo: Mastro Don Gesualdo (completato nel 1889)
  • Romanzo incompleto: La duchessa di Leyra (ambiente nobile)
  • Romanzo mai realizzato: l’onorevole Scipioni (ambiente politico)
  • Romanzo mai realizzato: L’uomo di lusso (ambiente artistico-culturale)

I Malavoglia (la famiglia Toscano). Si chiamano così in antifrasi (in opposto) a ciò che fanno o sono. Scrisse questo ciclo di romanzi per applicare la ricerca sociologica a tutte le classi sociali e dimostrare che tutte sono mosse dagli stessi obiettivi di interesse e tutte rimangono sconfitte in questa lotta per la supremazia.

Sergio Mauri
Autore Sergio Mauri Blogger e studioso di storia, filosofia e argomenti correlati. Premio speciale al Concorso Claudia Ruggeri nel 2007; terzo posto al Premio Igor Slavich nel 2020. Ha pubblicato con Hammerle Editori nel 2014.