L’Arca Musarithmica.

Athanasius Kircher, il gesuita geniale
Athanasius Kircher il gesuita geniale, Musurgia Universalis, Ars Magna Lucis et Umbrae, Oedipus Aegyptiacus, Mundus Subterraneus, Arca Musarithmica,

di Sergio Mauri

L’Arca Musarithmica, chiamata anche Arca Musurgia o Arca Musicale, era un dispositivo informativo inventato dallo studioso gesuita Athanasius Kircher a metà del 1600.

Progettata per aiutare persone senza formazione musicale a comporre musica sacra, in particolare musica da chiesa, l’Arca Musarithmica utilizzava tecniche combinatorie semplici per generare potenzialmente milioni di pezzi a quattro parti in stile polifonico.

L’Arca Musarithmica di Kircher era essenzialmente una scatola di legno che conteneva un assortimento di bastoncini di legno o listelli (chiamati “tariffe” da Kircher). Ogni listello riportava una serie di numeri che corrispondevano a note musicali in una scala o modalità specifica, insieme a simboli che indicavano la durata delle note.

Per comporre un brano musicale, l’utente selezionava sequenze di bastoncini e li disponeva in un ordine prestabilito. Le combinazioni di numeri e simboli determinavano la melodia, l’armonia e il ritmo della composizione.

Kircher immaginava l’Arca Musarithmica come uno strumento prezioso per:

  • Compositori dilettanti: permetteva loro di creare musica sacra senza padroneggiare complesse teorie musicali.
  • Organisti e cantori: offriva loro una rapida e facile fonte di materiale musicale per le funzioni liturgiche.
  • Missionari: poteva essere usata per insegnare la musica alle popolazioni indigene e diffondere la fede cristiana.

Nonostante la sua ingegnosità, l’Arca Musarithmica presentava alcune limitazioni. La musica generata da questo sistema tendeva ad essere piuttosto rigida e ripetitiva, con poca libertà espressiva per il compositore. Inoltre, la complessità del sistema e la necessità di possedere l’Arca stessa ne limitavano la diffusione su larga scala.

L’Arca Musarithmica rimane comunque una testimonianza affascinante dell’ingegno e della creatività di Athanasius Kircher. Rappresenta un tentativo pionieristico di democratizzare la composizione musicale e di rendere l’armonia accessibile a un pubblico più ampio.

Sebbene il suo ruolo nella pratica musicale sia stato probabilmente limitato, l’Arca Musarithmica ha avuto un’influenza concettuale sulla teoria musicale e sulla tecnologia musicale. Anticipa infatti l’idea di generare musica in modo automatizzato e pone le basi per lo sviluppo di strumenti di composizione assistita da computer nei secoli successivi.

Oggi, l’Arca Musarithmica è considerata più un oggetto storico e scientifico che un vero e proprio strumento musicale. Tuttavia, continua ad affascinare studiosi e musicisti per la sua originalità, il suo ingegno e il suo valore simbolico come precursore di future innovazioni musicali.

Sergio Mauri
Autore: Sergio Mauri, Blogger. Premio speciale al Concorso Claudia Ruggeri nel 2007; terzo posto al Premio Igor Slavich nel 2020. Ha pubblicato con Terra d’Ulivi nel 2007 e nel 2011, con Hammerle Editori nel 2013 e 2014, con PGreco nel 2015 e con Historica Edizioni e Alcova Letteraria nel 2022 e Silele Edizioni (La Tela Nera) nel 2023.
** Se puoi sostenere il mio lavoro, comprami un libro **