Le inutili e controproducenti promesse del governatore Draghi.

Mario Draghi
Mario Draghi

Si, inutili e controproducenti. Come chiamare altrimenti le continue false partenze di misure non convenzionali che non arrivano mai? I tedeschi, cari italiani e caro Draghi, non lo permetteranno mai. Ma lei lo sa già. Però ci prende in giro facendo finta di non saperlo.

L’onda lunga di uno sviluppo irripetibile, quello della ricostruzione del dopoguerra, fino alla caduta del Muro ed oltre, ormai è in riflusso. Badate: è appena all’inizio del riflusso! Il percorso di ritorno è ancora, per lo più, da fare. Il suo completamento avverrà, approssimativamente, fra i 30 e 40 anni. Poi si vedrà cosa rimarrà sulla spiaggia. Detriti e altro ancora. Qualcuno ancora utilizzabile, qualcun’altro no.

Probabilmente, non sapremo che farcene neanche dei rottami e detriti riutilizzabili. Forse il nostro livello culturale sarà ancora più basso e compromesso di quello odierno.

Tuttavia, il signor Draghi sbaglia a parlare per nulla, mentre è tenuto per le palle dagli azionisti di maggioranza di questo progetto nato veramente male, i tedeschi. Potrebbe perdere la propria residua credibilità nei salotti buoni del capitalismo internazionale.

Be the first to comment on "Le inutili e controproducenti promesse del governatore Draghi."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*