Cosa penso dell’omicidio Nemtsov.

Russia, Ucraina, Boris Nemtsov
Boris Nemtsov

L’idea che mo son fatto dell’omicidio Nemtsov è un’ipotesi, una mia ipotesi, non ancora validata da prove.

Tuttavia, guardando un pò le TV, leggendo i giornali e cercando di decodificare le mosse politiche dei dirigenti dell’area geopolitica in cui vivo, quella occidentale, posso dare un primo senso ai miei pensieri.

Putin stà sulle palle un pò a tutti gli occidentali ed agli americani in particolare. Certo, dalla Siria all’Ucraina, noi occidentali abbiamo scatenato o contribuito a scatenare l’inferno con doppio intento di creare il caos e sputtanare il presidente russo e, alla fine provocarne la caduta.

Ma attenzione: il popolo russo è compostamente dalla sua parte. E Putin mai e poi mai si sarebbe avventurato in una cosa del genere, il cui risultato sarebbe stato quello di farsi fare il mazzo dalla stampa mondiale.

Però… se invece l’operazione fosse stata messa a segno da quella parte di establishment russo che si sente colpito negli interessi economici (calo del prezzo del greggio ecc…), con l’obiettivo di scaricare Putin, allora la cosa starebbe in piedi e pure molto seriamente.

Insomma, si ritorna da dove abbiamo cominciato: Putin è il vero obiettivo sull’operazione, è lui che deve essere eliminato.

1 Comment on "Cosa penso dell’omicidio Nemtsov."

  1. Un commento così lucido non è alla portata dei nostri telegiornali. Così non farai carriera.

    Scherzi a parte: funziona come con le stragi italiane. Ti fanno vedere qualche esecutore, sparano un po di ipotesi vagamente plausibili. E tra vent’anni ancora non sai con certezza chi è il mandante, ma una cosa è sicura: qualcuno ci ha guadagnato.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*