I contrasti tra Francia e Gran Bretagna e la Guerra dei Sette anni.

Le guerre nel Settecento
Le guerre nel Settecento, la storia, rai storia, storia contemporanea, la grande storia, rai storia stasera, orizzonte scuola, scuola, guerra dei sette anni, le guerre nel settecento,

di Sergio Mauri

La supremazia dell’Austria non garantì la pace in Europa perché un altro grande conflitto si apriva per l’egemonia sulle colonie. Francia e Gran Bretagna si contendevano il primato sull’America del nord e sull’India poiché il controllo di quelle aree era legato ai traffici commerciali. In India le compagnie commerciali francesi e inglesi avevano approfittato della frantumazione dell’Impero indiano per contendersi il controllo del territorio. La guerra ebbe inizio nel 1756 e si caratterizzò come una guerra mondiale poiché si combattè anche nelle colonie. Due furono gli schieramenti: l’Inghilterra con la Prussia; la Francia con la Russia, l’Austria, la Polonia e la Svezia. A conclusione si ebbe la Pace di Parigi.

In seguito la Gran Bretagna si affermò come la più grande potenza marittima e commerciale del pianeta.

Sergio Mauri
Autore Sergio Mauri Blogger e studioso di storia, filosofia e argomenti correlati. Premio speciale al Concorso Claudia Ruggeri nel 2007; terzo posto al Premio Igor Slavich nel 2020. Ha pubblicato con Hammerle Editori nel 2014.