Quei giocatori di Risiko chiamati politici.

BCE
BCE

Tanto per dirvi quanto siamo nella merda!

Allora; la situazione (politica) è gravissima. Ovviamente non viene ammesso che la situazione sia questa. Il ministro Tria, rappresentante di un governo votato sulla base dello slogan “prima gli italiani” , è volato a Pechino per convincere i cinesi a comprarsi il nostro debito, a pochi giorni dalla certificazione dello stesso da parte delle agenzie di rating internazionali e a pochi mesi dalla fine del Quantitative Easing della BCE. Infatti, nell’aria ci sono degli attacchi speculativi in arrivo. La Cina forse (probabilmente?) comprerà le nuove quote del debito (quelle vecchie  saranno rinnovate dalla BCE stessa), ma in cambio vorrà accondiscendenza politico-mediatica e mano libera economica nel nostro paese. Leggi: maggiore mano libera di quella che ha avuto finora. Complimenti al governo che continua lungo la strada già tracciata dall’ineffabile Prodi!
Ingenuità, pressapochismo, si conta sul fatto che la Cina (europeista) si possa fidare di un governo antieuropeista? Sono 20 anni che si fanno queste missioni e nulla si è fatto finora. Forse l’unica cosa che cambia è la voglia, sempre maggiore, di vendere ai cinesi, ai tedeschi, ai francesi agli americani. 
Tuttavia; quanto è importante questa visita per la Cina? Lo si può verificare dal rilievo che ottiene sui media di governo: China Daily e Global Times. Passando per il South China Morning Post. Risultato: notizia assente! Parliamo di una visita che per i cinesi non conta molto.

Appunto; questo per dirvi quanto siamo nella merda!

Be the first to comment on "Quei giocatori di Risiko chiamati politici."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*