[Presentation 6]. Tabelle, grafici e organigrammi.

Powerpoint
Powerpoint

Powerpoint può gestire sia tabelle proprie che tabelle create con altre applicazioni “Office”. Il modo più semplice di creare una tabella di Powerpoint è lo strumento “Tabella” della scheda “Inserisci”.

A prescindere dal metodo scelto, la tabella viene visualizzata con tutte le celle di eguale dimensione che, se necessario, si possono ridimensionare manualmente, dopo aver inserito il testo.

Le celle che formano la tabella sono il segnaposto per le informazioni da inserire, siano esse numeri o testo. Quando il cursore si trova all’interno di una cella, basta digitare per inserire il testo desiderato. La modalità predefinita è “inserimento”. Perciò, in assenza di selezione, il testo viene aggiunto alla cella.  Se invece il testo è selezionato, la digitazione del nuovo contenuto sostituirà la precedente.

Per la generazione di tabelle complesse (celle di altezza o numero variabile di colonne per riga) si può utilizzare la funzionalità “Disegna tabella” nella scheda contestuale “Progettazione” del set “Strumenti Tabelle”.

Dall’interno di una cella col tasto TAB si passa alla successiva, con la combinazione di tasti SHIFT/TAB, alla precedente.  In alternativa si possono usare le frecce direzionali. Nell’ultima cella, col tasto TAB, si andrà a creare una nuova riga.

Prima di eseguire delle azioni sulle righe o tabelle è necessario selezionarle. Nello strumento “Selezione” della scheda contestuale “Layout” sono disponibili i comandi “Seleziona tabella”, “Seleziona colonna” o “Seleziona riga” in modo da selezionare gli elementi citati rispetto alla posizione del punto d’inserimento.

In alternativa è possibile portare al puntatore del mouse sopra una colonna o a sinistra di una riga, fino all’apparire di una freccia nera e fare “Clic”. Dopo la prima selezione per trascinamento si possono selezionare più righe o colonne contemporaneamente.  Si possono inserire nuove righe o colonne alla tabella corrente. Le nuove righe si possono inserire sopra o sotto la riga corrente e le nuove colonne a destra o a sinistra della colonna corrente. Per inserire più righe o colonne, selezionare lo stesso numero di righe o colonne desiderate, prima di effettuare l’inserimento.

Nel caso si siano create delle righe o colonne in eccesso, queste si possono eliminare.  L’eliminazione avviene anche in presenza di un contenuto. Quando una tabella viene creata tutte le colonne hanno la medesima larghezza che può essere modificata se necessario.

Il modo più veloce di modificare la larghezza è quello di trascinarne il bordo. La variazione della larghezza di una colonna ha conseguenze solo sulla colonna alla sua destra.  Se invece si tratta dell’ultima colonna, allora, la larghezza totale della tabella varierà. L’altezza delle righe si adatta automaticamente alla dimensione del carattere e al numero di righe di testo.

Per incrementare lo spazio vuoto sopra o sotto il testo in una riga nella tabella, si può adattarne l’altezza trascinandone il bordo.

Col metodo del trascinamento si può variare l’altezza di una sola riga alla volta.

Be the first to comment on "[Presentation 6]. Tabelle, grafici e organigrammi."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*