Nozioni di Informatica di base.

Turing_Machine
Turing_Machine

Il desktop è la scrivania virtuale. Vi sono posizionati gli strumenti di lavoro che consentono di interagire con l’elaboratore; essi costituiscono l’interfaccia grafica o GUI (Graphical User Interface).

Sul desktop possiamo vedere le icone, il puntatore, la barra delle applicazioni, i gadget (calendario e orologio).

Quando si attiva il pulsante Start si evidenziano 2 riquadri: quello di sinistra che mostra gli ultimi programmi utilizzati e quello di destra che visualizza i collegamenti a programmi, cartelle e altre utilità, mentre nella parte inferiore ci sono i comandi per la chiusura della sessione di lavoro.

Barra delle applicazioni. È situata nella parte inferiore del desktop. A sinistra abbiamo il pulsante Start, a destra la barra della lingua e l’Area di notifica. Su questa barra sono visualizzati i pulsanti relativi a tutti i programmi avviati e anche quelli di applicazioni aggiunte per agevolarne l’apertura.

Per avere sulla barra delle applicazioni l’icona di un programma puoi:

  1. se il programma è già in esecuzione, fare clic destro sul rispettivo pulsante, poi selezionare “Aggiungi questo programma alla barra delle applicazioni”;

  2. fare clic su Start, individuare l’icona del programma e “Aggiungi questo programma alla barra delle applicazioni” con un clic destro su di essa.

La barra della lingua specifica la lingua usata per l’inserimento del testo. Per aggiungere altre lingue: clic destro sulla barra della lingua, seleziona Impostazioni. Scegli una lingua da includere e una tastiera da associare. Attivare la spunta e confermare con OK.

Area di notifica. Mostra l’ora corrente, contiene collegamenti a programmi, mostra icone relative a processi avviati temporaneamente, come la stampa, la connessione a Internet, il collegamento di una chiavetta USB.

Il pannello di controllo, attivabile da Start —> Pannello di controllo, contiene programmi utili alla configurazione del computer e per installare/disinstallare applicazioni.

Le funzioni del sistema operativo e i programmi applicativi sono rappresentati sotto forma di icone. Abbiamo 5 tipi di icone: programmi (applicazioni), cartelle (raccoglitori che contengono altre icone), collegamenti (file, cartelle, programmi archiviati su disco), file di dati (file creati con i diversi programmi), dispositivi (parti fisiche come stampanti, driver o parti logiche —> cestino).

Una unità logica è una suddivisione o una subunità di un hard disk o un set di dischi. Ogni unità logica ha un proprio ‘indirizzo’, che viene chiamato Logical Unit Number (LUN), che permette di essere identificato univocamente. Queste unità vengono create durante il processo di partizione che è la suddivisione di un disco rigido (locale o su di un server) in più unità logiche, in modo tale che appaia all’utilizzatore come due o più dischi distinti.

Una delle principali caratteristiche delle finestre di Windows è la loro flessibilità. Attraverso i pulsanti di controllo si possono eseguire le seguenti operazioni: riduci a icona; ingrandisci; ripristina giù; chiudi.

Alla base del concetto di rete informatica c’è quello di condivisione delle risorse. Una risorsa condivisa è un dispositivo (una stampante) che viene utilizzato da più utenti grazie al fatto che è indirizzabile da più computer, o una cartella che mette a disposizione degli utenti connessi i medesimi file in essa contenuti. La condivisione di risorse si realizza collegando reciprocamente i computer in reti informatiche. Esistono vari tipi di reti: LAN (Local Area Network); WLAN (Wireless Local Area Network); WAN (Wide Area Network). I computer connessi in rete si distinguono in: server (computer che mettono a disposizione di altre macchine – client – le loro risorse hardware, software e servizi vari); client (macchine dotate di programmi in grado di connettersi al server per utilizzarne le risorse).

Come è possibile collegare computers distanti tra loro? La soluzione è stata quella di usare collegamenti già esistenti, quelli telefonici, diffusi e capillari. Poi son stati messi a punto altri sistemi: fibre ottiche, onde radio, collegamenti satellitari.

URL: Uniform Resource Locator, sequenza di caratteri che identifica univocamente l’indirizzo di una risorsa in Internet.

http: //www.hoepli.it

 

                                           tipo di protocollo usato per| indica| indica il servizio|                           dominio di II° livello| dominio di I° livello

                                              il trasferimento di pagine| che la|           a cui si vuole|                            (nome del proprieta-| (appartenenza geo –

                                                 Web dal server al client| pagina| accedere tramite|                                      rio della pagina)|grafica o tematica
|Web è  |   Internet                 |                                                                            |                    di un sito

                                                                                                        |collocata|

                                                                                                        |in un sito|

                                                                                                        |connesso|

                                                                                                        |via rete|

Browser: un programma attraverso il quale si visualizzano le pagine Web: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Safari. Il browser invia la richiesta al server, il quale gli restituisce la pagina richiesta in una modalità visualizzabile dall’utente.

Motori di ricerca: forniscono un elenco di collegamenti a pagine Web che contengono informazioni correlate alle parole chiave digitate dall’utente nella casella di ricerca.

Be the first to comment on "Nozioni di Informatica di base."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*