Funzioni e sfaccettature dell’arte.

755px-Archives_of_American_Art_-_Edward_Laning_-_2937L’arte rappresenta molte cose nella nostra società, cioé nel particolare e storicamente determinato periodo che stiamo vivendo. E’ godimento estetico che, a sua volta può essere una tecnica di riflessione o di rilassamento. Oppure può essere uno stimolo intellettuale ed emozionale. L’arte è anche intrattenimento, quindi socialità, ovvero quella particolare rete di relazioni interpersonali fondata su una comunanza di interessi.

Tuttavia nella nostra epoca fondata, è bene ricordarlo, sulla totale sussunzione di ogni aspetto della vita umana all’ambito dell’economia, giocoforza l’arte è investimento, di danaro, tempo, energie e conoscenze.

Qualsiasi sistema previsionale che si ponga l’obiettivo di conoscere l’evoluzione dei volumi di scambio di un autore è, in fondo, fallibile. Un sistema razionale, matematicamente giustificato, può oermetterci di sbagliare meno ma non di NON sbagliare affatto. Tuttavia, ciò che ci permette di avvicinarci di più alla verità di un’opera d’arte e alla proiezione del suo valore futuro è strettamente collegato alla capacità di valutare la qualità di un’opera e dell’artista che l’ha eseguita. E’ su di un piano definito come non-razionale, secondo la vulgata culturale dominante (e sapete quanto noi siamo in disaccordo con essa), che si gioca la migliore approssimazione alla comprensione e previsione della parabola di una creazione artistica e, in definitiva, la vera ed unica spiegazione al concetto di arte come conoscenza: quella della comprensione della qualità.

Be the first to comment on "Funzioni e sfaccettature dell’arte."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*