Amartya Sen e l’ottimo Paretiano.

capitalismo
capitalismo

Amartya Sen, economista, filosofo e accademico indiano, Premio Nobel per l’economia nel 1998, Lamont University Professor presso la Harvard University, prende spunto dal teorema di Arrow per dimostrare che in uno Stato che voglia far rispettare al tempo stesso efficienza paretiana e libertà, si possono creare delle situazioni in cui al più un individuo ha garanzia dei suoi diritti. Egli dimostra matematicamente l’impossibilità di perseguire l’efficienza ottimale secondo Pareto e il liberismo. Il paradosso è analogo a quello di Arrow sulla democrazia. Come per quest’ultimo sono possibili alternative sociali che non ne sono soggette, ma richiedono l’abbandono dell’una o dell’altra assunzione. L’importanza della negazione dell’ottimo paretiano consiste nel superamento del concetto che il solo mercato basti per sviluppare una società liberale, derivato dal teorema di Arrow che fa da base anche al lavoro di Herbert Scarf sul disequilibrio dei mercati lasciati a sé.